Google+

giovedì 9 luglio 2015

7 - Non rubare


Boccate di fumo in cerchi disuguali da una ciminiera bruciata e ingiallita dalla nicotina.

Carte sparse sul tavolo fogli a terra (la scrivania è diventata piccola e neanche il letto gli basta più: da qualche giorno dorme sul divano), documenti disordinati gli innescano pensieri tossici tagliati con materiale plastico: è il cardinale salesiano l’incarnazione del potere temporale della Chiesa abbacinata dal colore dei soldi.


Apre un paio di finestre per far circolare l’aria (sa di aver trasformato la sua casa in una discarica): cartoni di pizze, cibo avariato, bottiglie di birra e lattine di ogni genere buttate qua e là mischiate a calzini sporchi e a mozziconi di sigarette, assai lontano dal superattico e dalla megafesta a base di tartufo d’Alba innaffiato da vini piemontesi pregiati offerta dagli ex parrocchiani alpini del prelato, e cerca un articolo che finalmente trova - macchiato di olio, cazzo!- è quello che oltre al potere politico (per cui vanta nella sua ragnatela faccendieri pregiudicati, massoni e ministri) parla della sua passione per il lusso e per gli  affari finanziari – dov’è il commento di quel Tony 34?  … S. Raffaele … Istituto Toniolo … Gotti Tedeschi dello Ior … Rai …
Ecco l’appunto:
Probabilmente qualche vecchia parrocchiana gli ha lasciato una cospicua eredità, perché diversamente non si spiega tutto questo giro di soldi.
Anzi no, forse è ricco di famiglia … può essere! (di certo non insegna religione in un liceo).
Forse usufruiva di elemosine consistenti presso una parrocchia dove era preposto.
La migliore di tutte: forse quando passa le banconote semplicemente gli si appiccicano addosso.
Mah … dogmi …
Certo è che su questa terra il posto se l’è trovato parecchio in alto, ma laggiù, nell’oltretomba, se davvero esiste un laggiù, siederà con tutta la sua prosopopea alla destra di Belzebù! (solo che non penso affatto che lui creda nel Paradiso tanto meno nell’Inferno).
Alza gli occhi, si guarda intorno: quasi quasi mi farei prestare un paio delle sue sei suorine per rimettere in ordine 'sto casino!

Lucia Immordino