Google+

mercoledì 3 agosto 2016

AAS VINTAGE: Il genere pornografico secondo AAS


Vengo e mi spiego. Il genere pornografico è un genere aperto a tutti. Con o senza strappo si gode alla grande. Ma tenere un libro pornografico tra le mani è un'altra cosa, scorrere tra le righe, godere mentre si legge.
Lui arriva nella prima pagina e già le dita di lei si incollano al libro. Non riesce a togliere lo sguardo, un forte magnetismo conduce gli occhi di lei dritti verso la zona erogena di lui. Aria infuocata sale dai suoi piedi, le vene pulsano di calore. Lui ha già denudato il suo XXX che diventa ancora più enorme sotto lo sguardo, le mani, le dita, la lingua di lei. Le sue gambe aperte aspettano la voglia di lui che vuole mettere il suo XXX nel XXX di lei. Lui pende dalle sue labbra. Ora mi lecco il dito e giro pagina. Sapori piccanti, odori invadono la mente, la bocca di lei. L'uso di molta lingua e capacità di andare e venire, a intervalli ritmati; tornare in velocità alla lettura. L'XXX di lui messo tra i capelli di lei, ne accarezza  la pelle chiara profumata, poi scende tra i seni turgidi e pressati con foga. I seni spinti fino alla bocca di lui che li lecca e morde a intermittenza regolare con avidità. Tanto fiato in gola.

L'XXX di lui cresce, diventa sempre più enorme, - non è ora di posare il libro, sono solo a pagina 66, vado avanti, continuo a leggere, ora viene il bello. Lui ha un grande orpello, apre piano la cerniera e con movenze sensuali lo tira fuori, afferra il suo XXX, bello, liscio, grande.  L'XXX di lui vuole l'XXX di lei, adesso. Ancora, ancora, lui lo introduce con decisione da maestro; caldo e duro il corpo di lui schiaccia quello di lei, XXX scivola dentro XXX: l'XXX di lui attraversa nel profondo l'XXX di lei.
Sudata si concede e accoglie l'XXX di lui: uno, due, tre colpi... XXXXXXX, formula completa. Sequenze multiple, davanti, dietro, invertendo le X il prodotto non cambia. Prima lei e poi lui oppure prima lui e poi lei. Da casa mentre leggo posso invertire mano, tenere il libro con l'altra e leccare il dito dell'altra mano per girare le pagine. Il volume non è alla fine, neanche lui, e io voglio leggerlo tutto; il suo XXX è asciutto, e il mio? sudo, un calore si è impadronito del mio XXX, con questo caldo non mi respira. Il libro ancora in mano, XXX bagnata e XXX teso, in attesa. Orgasmo: XXX + XXX insieme, per sei volte XXXXXX, X elevato alla sesta. In tale potenza mi elevo. Non fermarti, sto per raggiungerti. Non ti muovere! Parola di Mazzantini, che è riuscita a tirare fuori l'XXX nel suo romanzo Venuto al mondo!
L'apice del genere pornografico, comunque si tocca nell'autobiografia di Santa Teresa che descrive il suo rapimento celeste in estasi. La santa, col corpo abbandonato e occhi socchiusi, geme mentre un cherubino dall'aspetto di fanciullo giocoso la denuda e la trafigge fino alle viscere, lei se la gode mentre prega "tutta infiammata" che ciò duri.

 «Un giorno mi apparve un angelo bello oltre ogni misura. Vidi nella sua mano una lunga lancia alla cui estremità sembrava esserci una punta di fuoco. Questa parve colpirmi più volte nel cuore, tanto da penetrare dentro di me. II dolore era così reale che gemetti più volte ad alta voce, però era tanto dolce che non potevo desiderare di esserne liberata »

(Santa Teresa d'Avila, Autobiografia)

X Nina X Tarantino X