Google+

mercoledì 15 febbraio 2017

Lettera per San Valentino di una moglie (all'amante del marito)


Cara, ti benedico i peli dello sticchio - io li tolgo da sette anni, passerà il dolore prima o poi. Ti scrivo, - sono venuta prima di te e non ho voglia di tirare fuori la verità - questa lettera resta lì, la metto sotto le mutande che gli continuo a posare pulite nel cassetto, tu togli ciò che scelgo io, ma sono solo dettagli che è inutile per me sollevare, una relazione che ci unisce da anni. Te e me, a lui. 

Grazie amore, e tu te la sei bevuta! Davanti a una parola così gonfiata non hai saputo demordere. Sei una donna, lo scommetto, che ha naso e ci mette pure la faccia! Ti scrivo questa lettera che ti considero una collega di lavoro, un lavoro che io il cartellino non lo timbro più, è passato a te. Una lettera di ringraziamento dovuta; ti piace? con le sue camicie profumate, ti piacciono così stirate? Ti piace il suo odore di bucato, il colletto da cui riesco a togliere ogni macchia, ben piegato, ci infili le dita e le tue unghie passano lisce. Ti piace vederlo elegante, il suo viso non sciupato, ti sei resa conto che cucino bene. È chiaro, ti piace il mio lavoro, lo faccio per sdebitarmi con te, tra una cosa mia e l'altra; tu hai preso il suo bene e ti basta, io non riesco a immaginare la posizione che hai intrapreso, e non voglio entrare nel merito delle cose, né in analisi; lui non bussa più, in quel senso hai capito bene, ti ringrazio di cuore: anche a me piace come lavori! Pensi a tutto tu, e a lui non lasci compiti per casa, lo apprezzo. In fiducia spero vivamente che la nostra collaborazione continui; io ci ho sperato anche per questo San Valentino che lui ti stupisse presentandoci; ho desiderato che entrasse nel vivo della tua storia, ma lui ne è incapace - non ce la fa a venire fuori, lo so, gli piace farlo al buio, in mistero - chissà quale altra sorpresa ha in seno per te! Ti auguro un San Valentino bollente, senza sensi di colpa - so che avrà un appuntamento quel giorno, abbiamo lo stesso dentista. Dovrete pazientare. Lui per sempre tuo (lo spero). E ricorda tu esisti finché ci sono io.
Nina Tarantino