Google+

venerdì 19 gennaio 2018

il pappagallino vedovo



Erano rimasti vedovi in due, uno dentro la gabbia a fare il pappagallo, l’altro dietro un balcone arrugginito a fare il vecchio.
Non lo metta fuori, fa troppo freddo per quella bestia, gli dicevamo, anche se in fondo a noi di quel vecchio pappagallo spiumato non ce ne fregava molto.

giovedì 18 gennaio 2018

I cani neri che avevamo in giardino

I cani che avevamo in giardino, tanti cani neri dagli occhi gialli, non esattamente dei bei cani, un bel cane è diverso, scodinzolone, simpatico, questi invece non scodinzolavano affatto, stavano in giro, uno a rosicchiare legni, un altro ad ammazzare topi, un altro ancora seduto sulle scale di casa, tutti indaffarati in cose di poco conto, ma abbaiavano i cani che avevamo in giardino, a tutte le ore e soprattutto di notte, e mordevano pure, che quando qualcuno veniva a casa, che so, un falegname per aggiustare uno sportello del mobile della cucina, uno dei cani che avevamo in giardino lo mordeva al polpaccio e allora lo sportello restava scardinato, o quando scappavano e rincorrevano i vicini, che una volta una vicina fu inseguita dai cani e ci denunciò tutti, e vennero i veterinari per costatare chi tenevamo in giardino, e i veterinari entrarono e per la prima volta i cani che avevamo in giardino scodinzolarono e leccarono le mani di sconosciuti, esattamente i veterinari che erano venuti per sottrarci i cani. 

mercoledì 17 gennaio 2018

Canarini in gabbia

I canarini gialli che tenevamo in soggiorno, cinguettavano continuamente, papà li nutriva tutti i giorni, semini e acqua, acqua e semini, fischiava e loro rispondevano, carini i canarini gialli che tenevamo in soggiorno, che uno era maschio e l'altra femmina, che prima ne avevamo uno solo, il maschio, poi la vicina di casa ci chiese di tenere la sua femmina per qualche giorno, si erano affezionati subito i due canarini, che quando la vicina di casa venne per riprendersi la femmina, i due volatili sbattevano le ali e urlavano, che allora decidemmo tutti di lasciarli insieme, che non era giusto separarli, che sarebbero vissuti insieme per sempre, nella stessa gabbia, nel nostro soggiorno, nutriti da papà che tutti i giorni dava loro semini e acqua, acqua e semini.

venerdì 29 dicembre 2017

Pasta col forno

Mia madre: oggi pasta col forno, ma prima haiu a truvari le anellette. Papà, sai dove sono le anellette? E me nonno surdu: le angiolette col forno? Statti mutu - trovate le anellette i mettu a vugghiri.