Google+

venerdì 12 maggio 2017

Fibromialgia: Si viaggia!!!


Grazie a Volotea e ai suoi dodici biglietti a un euro, mi farò visitare dodici volte in dodici città diverse.
Ho già prenotato per Verona, Milano e anche Roma, risparmiando sul costo del biglietto potrò fare un giretto. Forse.
Certo ci sarà da pagare il pullman per l’hotel, il taxi per andare dal medico, il medico… ogni volta sono almeno duecentocinquanta euro.
A Milano ci sarebbe la fiera “Arte e Antiquariato”.
Mamma, già ci basti tu come pezzo d'antiquariato - esclamano i miei figli, ed io: - ragazzi meno uscite e meno feste, per favore, che a fine mese c'è la visita col neurologo a Pisa, e non parliamo di spesucce, Mary, ti ricordo che il tuo bracciale Tiffany è costato duecento euro… comprato a Milano (ero lì per un consulto ortopedico!). 

Due mesi fa Bartolo mi ha dato l’ultimatum: il suo stipendio non basta, troppe spese. Dice che lo farà accreditare direttamente all’agenzia di viaggi, o al medico di turno.

Da trent'anni sogna di poter vedere il rally di Sanremo… quest’anno ce lo porto, ahimè lo vedrà da solo, io sarò da un reumatologo, dicono che lì ce n’è uno veramente bravo, anche se costa un po’ tanto...

Maria Alotta

4 commenti:

  1. Viaggi di piacere....
    Come un coito senza orgasmo.

    RispondiElimina
  2. Il piacere di viaggiare, la malattia diventa protagonista e scusa per pronotare. Scrittura diretta, reale.
    Nina

    RispondiElimina
  3. viaggi: delizie o supplizi? Per un ipocondriaco non c'è speranza, la vita va vissuta tra medici e ospedali

    RispondiElimina